“Il primato di Roccasecca, unico comune senza raccolta differenziata”

Antonio Abbate denuncia il malgoverno della giunta Giorgio ad un anno dall’insediamento

roccasecca

“Gli antichi Romani erano soliti distinguere i giorni del calendario in “dies fasti” e “dies nefasti”, indicando con i primi i giorni propizi per le attività e i secondi come giornate negative.
Un sistema di datazione che calza a pennello anche oggi e che si adatta particolarmente alla città di Roccaseccca. Infatti proprio in questi giorni ricorre l’anniversario di un dies più che nefasto: l’insediamento della seconda Giunta Giorgio, il cosiddetto Giorgio Bis.
E’ passato un anno dalla conferma a palazzo Boncompagni, ma in 365 giorni di attività, poco si ricorda di questa amministrazione. O meglio, poco si ricorda in positivo, perché in negativo gli effetti sono indelebili: la città è sporca, depressa, senza progetti di sviluppo, abbandonata a se stessa, in un momento, come quello attuale, in cui la crisi morde le famiglie e le istituzioni dovrebbero far sentire la loro presenza. A Roccasecca non solo non si fa sentire la presenza, ma anzi si vessano cittadini con l’aumento delle tasse.
Emblematico in tal senso è il l’ “affaire rifiuti”, che sta sempre più assumendo i contorni di una pagliacciata.

Se si gira in paese oggi, così come è stato per tutto il week end, sacchi di immondizia straripati dai cassonetti ormai hanno invaso la strada, lambendo, in alcuni casi, anche le abitazioni. Non certo un elemento decorativo…
E questo accade mentre gli amministratori discutono, senza concretizzare, sul servizio di raccolta differenziata. Se ne parla, si illude la gente, si aumenta la Tarsu, ma poi Roccasecca questo servizio ancora lo rimanda, unico comune del territorio. Ecco, questo è il nostro triste primato: Roccasecca unico comune del territorio senza raccolta differenziata e con la tassa sui rifiuti a livelli stratosferici. Cornuti e mazziati, si dice in vernacolo.
Eppure siamo sede di discarica, riceviamo i soldi regionali, facciamo parte dell’Unione Cinquecittà il cui servizio primario è proprio quello della raccolta differenziata. Che cosa stanno aspettando gli amministratori a far partire il servizio, allora? Se non lo fanno partire con l’Unione perché non escono dall’Ente? Che c’è sotto?
A queste domande, che non sono le mie ma di un’intera comunità, a cui politiche miopi stanno negando un futuro di civiltà, si attendono risposte. Chiare. Ci dicano gli amministratori che intenzioni hanno. Anche se sono convinto che aspetteremo invano.
Nel frattempo che si mettano d’accordo su quale fantasiosa scusa utilizzare per rispondere a questo mio intervento, si premurino almeno di ridare un volto degno alla città e facciano togliere l’immondizia per strada.
Roccasecca e i roccaseccani non meritano tutto questo.
L’utopia della raccolta differenziata, tuttavia, è solo un aspetto del malgoverno cittadino. La lista è lunga e si presta a diversi interventi che non mancherò nei prossimi giorni di sottolineare, per celebrare al meglio la ricorrenza nefasta del Giorgio Bis”.



Antonio Abbate

logopiccolo  

Antonio Abbate

sito web ufficiale    tel. 335 622 6601    email antonioabbate@libero.it 
Visite totali

Please publish modules in offcanvas position.